Il Lago di Sorapis, uno dei laghi alpini più affascinanti d’Italia, è un luogo straordinario nascosto tra le meraviglie delle Dolomiti. Questa guida ti mostrerà cosa rende questo gioiello montano così speciale e come raggiungerlo per vivere un’esperienza indimenticabile nelle montagne italiane.

Il Lago di Sorapis, situato a 1.900 metri sul livello del mare all’interno del Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, è famoso per il suo colore azzurro intenso e le montagne circostanti che si riflettono nelle sue acque cristalline.

Il lago deve il suo colore unico alla sospensione di particelle di calcare finemente macinate provenienti dai ghiacciai circostanti, che filtrano la luce solare e creano la sua tonalità azzurra caratteristica.

Le possenti montagne delle Dolomiti che circondano il lago, tra cui il Monte Piz Popena e le Tre Cime di Lavaredo, creano una vista panoramica davvero mozzafiato, rendendo il Lago di Sorapis una delle mete più fotografate e ambite da escursionisti e fotografi.

lago-sorapis

Una volta raggiunto il lago, potrai rilassarti e goderti il magnifico scenario. Per i più avventurosi, è possibile fare il giro del lago o proseguire lungo i vari sentieri escursionistici nelle vicinanze. Durante l’estate, è possibile incontrare una vasta gamma di flora e fauna alpina, come marmotte, camosci e genziane.

All’arrivo al lago, troverai il pittoresco Rifugio Vandelli, un rifugio montano situato a 1.926 metri sul livello del mare, dove potrai rifocillarti con deliziosi pasti caserecci e bevande. Se desideri vivere un’esperienza completa in montagna, è possibile prenotare una notte al rifugio.

Il Lago di Sorapis è un’esperienza imperdibile per gli amanti della montagna, dell’escursionismo e della fotografia. Con le sue acque azzurre brillanti, le maestose Dolomiti che lo circondano e gli affascinanti sentieri attraverso la natura incontaminata, il Lago di Sorapis ti rapirà con la sua bellezza e ti lascerà a bocca aperta ad ogni passo.

Come raggiungere il Lago di Sorapis

lago-sorapis

Esistono diversi sentieri che portano al Lago di Sorapis, ognuno con un diverso grado di difficoltà e di lunghezza. Di seguito sono descritti i principali sentieri che conducono a questa meraviglia naturale.

  1. Sentiero n. 215: il sentiero più popolare e accessibile per raggiungere il Lago di Sorapis è il sentiero n. 215. Questo percorso inizia al Passo Tre Croci, a circa 8 km da Cortina d’Ampezzo. Il sentiero, moderatamente impegnativo, si snoda per circa 5 km attraverso boschi e prati alpini fino al lago. Il tempo previsto di percorrenza è di 2-2,5 ore, a seconda delle condizioni e del passo. Durante l’escursione, potrai ammirare viste spettacolari sulle montagne circostanti, tra cui il ghiacciaio della Marmolada, il Monte Pelmo e le Tofane.

  2. Sentiero n. 213: Un altro sentiero che porta al Lago di Sorapis è il sentiero n. 213. Questo percorso inizia dal Rifugio Vandelli e procede lungo la Val dei Téi attraverso boschi e paesaggi alpini. Il sentiero si inerpica gradualmente e offre viste spettacolari sulle dolomiti circostanti, inclusa la Cima Sorapis. Questo percorso richiede circa 3-4 ore di cammino e presenta un dislivello di circa 500 metri. A causa della sua lunghezza maggiore e dell’impegno richiesto, questo sentiero è meno popolare e frequentato rispetto al sentiero n. 215.

  3. Sentiero n. 246 (Alta Via n. 3): Un’opzione più avanzata e impegnativa per raggiungere il Lago di Sorapis è il sentiero n. 246, che fa parte dell’Alta Via n. 3 delle Dolomiti. Questo sentiero inizia a Misurina e sale lungo il versante meridionale del Monte Piz Popena, offrendo panorami straordinari sul Gruppo del Sorapiss e sulle Tre Cime di Lavaredo. Attraverso ponticelli e gallerie, si raggiunge il Rifugio Vandelli e, infine, il Lago di Sorapis. Questo percorso è più impegnativo e presenta una lunghezza maggiore dei sentieri sopra citati, con un tempo di percorrenza di circa 5-7 ore.

Quando si pianifica una visita al Lago di Sorapis, è importante considerare le proprie capacità, l’esperienza di trekking e il tempo a disposizione per scegliere il sentiero più adatto. Inoltre, è raccomandabile prestare attenzione alle condizioni meteorologiche e indossare scarpe da trekking adeguate per garantire un’escursione sicura e piacevole.

Attrezzatura consigliata

lago-sorapis

Per un’escursione al Lago di Sorapis, è essenziale avere l’attrezzatura adatta per garantire la sicurezza e il comfort durante il trekking. Ecco alcuni consigli su cosa portare:

  1. Scarpe da trekking: Le calzature sono la parte più critica dell’equipaggiamento. È sempre importante scegliere scarpe specifiche per il trekking, che offrono un buon supporto per la caviglia e una suola robusta per affrontare i terreni accidentati. Evita assolutamente sneakers e ciabatte.

  2. Abbigliamento a strati: L’abbigliamento deve essere scelto in base alle condizioni meteorologiche. Tuttavia, è sempre una buona idea vestirsi a strati, così da poter aggiungere o togliere indumenti a seconda del clima. Un indumento impermeabile è utile in caso di pioggia.

  3. Zaino: È necessario uno zaino per trasportare acqua, cibo, abbigliamento extra e qualsiasi altro elemento essenziale.

  4. Acqua e snack: Ricorda di portare abbastanza acqua e snack per mantenerti idratato e pieno di energia durante l’escursione. Non c’è accesso diretto a negozi o servizi durante la maggior parte del trekking, quindi è importante essere autosufficienti.

  5. Mappa e bussola: Anche se i sentieri sono generalmente ben segnati, è sempre una buona idea avere una mappa e una bussola o un dispositivo GPS per la navigazione.

  6. Kit di pronto soccorso: Gli incidenti possono accadere, quindi è una buona idea avere un kit di pronto soccorso con te. Questo dovrebbe includere cerotti, bende, un disinfettante, pinzette ed eventualmente una coperta termica.

  7. Protezione solare: Il sole in alta montagna può essere molto forte, quindi non dimenticare la protezione solare. Questo include crema solare, occhiali da sole e un cappello.

Lago di Sorapis in inverno

lago-sorapis-inverno

Il Lago di Sorapis in inverno offre uno scenario completamente diverso rispetto alle escursioni estive. In inverno, infatti, il lago è spesso completamente ghiacciato e la neve copre le montagne circostanti, rendendo il paesaggio ancor più suggestivo e spettacolare.

Date le condizioni climatiche, raggiungere il lago durante i mesi invernali può essere più impegnativo. I sentieri potrebbero essere coperti di neve o ghiaccio, il che richiede attenzione e attrezzature adatte come ramponi e bastoncini da trekking. Inoltre, la durata del giorno è significativamente ridotta, quindi è importante iniziare l’escursione presto per evitare di camminare al buio.

Tra le attività invernali possibili nella zona del Lago di Sorapis, spiccano le escursioni con le ciaspole, lo sci alpinismo e il trekking invernale. Queste attività offrono la possibilità di vivere le Dolomiti da una prospettiva unica e di godere della tranquillità del paesaggio invernale.

Prima di intraprendere un’escursione invernale al Lago di Sorapis, è consigliato informarsi sulle condizioni dei sentieri e del tempo. Le condizioni meteorologiche in montagna possono cambiare rapidamente, e neve e ghiaccio possono rendere i sentieri e le strade pericolose.

In poche parole, il Lago di Sorapis in inverno è una destinazione affascinante per gli amanti dell’outdoor e offre un’esperienza indimenticabile tra panorami innevati e quiete montana. Tuttavia, è indispensabile essere adeguatamente preparati e rispettare le norme di sicurezza per godere appieno di questa avventura invernale.

FAQ

È possibile fare il bagno nel Lago di Sorapis?

Purtroppo no, non è permesso fare il bagno nel Lago di Sorapis. Il lago è situato all’interno del Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo e le sue acque sono protette.

Dipende dal sentiero che scegli. Il sentiero più popolare (n. 215) inizia al Passo Tre Croci e richiede circa 2-2.5 ore.

Sì, il Lago di Sorapis può essere raggiunto anche da famiglie con bambini. Tuttavia, alcune parti del sentiero possono essere ripide e rocciose, quindi è consigliato il massimo della prudenza.

Sì, i cani sono ammessi sul sentiero per il Lago di Sorapis, ma è sempre consigliato tenere il cane al guinzaglio per rispettare la fauna selvatica e gli altri escursionisti.

Sì, c’è un parcheggio nei pressi del Passo Tre Croci, che è il punto di partenza del sentiero n. 215. Tuttavia, il parcheggio può riempirsi rapidamente durante l’alta stagione, quindi è consigliato arrivare presto.

Sì, il Rifugio Vandelli si trova in prossimità del Lago di Sorapis e offre cibo, bevande e alloggio. Si consiglia di contattare il rifugio in anticipo se si prevede di rimanere per la notte.

Sì, ma la visita invernale richiede una certa esperienza e attrezzature adeguate a causa delle condizioni meteorologiche e della possibile presenza di neve e ghiaccio sul percorso.

Fotografie del Lago si Sorapis

ALLOGGI SULLE DOLOMITI
Scopri i migliori Hotel, B&B e Appartamenti in Montagna in base a migliaia di recensioni verificate.