Il Lago di Resia, situato nella provincia autonoma di Bolzano in Alto Adige, è un luogo affascinante di bellezza naturale e storia enigmatica.

Il lago si trova a 1.498 metri sul livello del mare ed è un luogo ricco di storia, leggende e bellezze naturali.

Un enorme bacino d’acqua dominato dal campanile di una chiesa sommersa, che sorge solitario dalle acque tersa, creando un’atmosfera quasi fiabesca. Ma non lasciatevi ingannare dal suo fascino surreale – questo lago nasconde una storia dolorosa.

Lago-di-Resia-inverno

In questa guida, esploreremo la storia del Lago di Resia, le sue leggende e alcune delle attività che si possono svolgere in questa affascinante destinazione.

Il Campanile Sommerso

Lago-di-Resia-acqua

Il campanile sommerso del Lago di Resia è senza dubbio una delle immagini più iconiche dell’Italia. Emerge dalle acque cristalline del lago, attirando visitatori da tutto il mondo con il suo fascino e la sua storia.

Ma cosa c’è dietro a questo misterioso campanile?

Il campanile apparteneva alla Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, risalente al 14° secolo. Situata nel villaggio di Curon, la chiesa era un punto di riferimento locale e un luogo di culto importante.

Nel 1950, quest’area di montagna ha subìto un radicale cambiamento. Il governo italiano, insieme a una società elettrica locale, decise di costruire un bacino idroelettrico per fornire energia alla regione. Per farlo, era necessario fondere due laghi esistenti, il lago di Resia e quello di Curon.

La costruzione del bacino idroelettrico implicava l’inondazione delle zone circostanti, tra cui l’intero villaggio di Curon. Gli abitanti furono costretti a lasciare le loro case e gli edifici storici, tra cui la chiesa e il suo campanile, vennero sommersi dalle acque del nuovo lago.

Nonostante tutto, la parte superiore del campanile di Santa Caterina rimase visibile, spuntando fuori dall’acqua. Da allora, è diventato un simbolo silenzioso del passato di Curon e della storia difficile di questa regione.

L’esterno del campanile è stato preservato nel corso del tempo e la struttura rimane quasi intatta. Quello che una volta ospitava le campane che riecheggiavano attraverso la valle, ora è vuoto – le campane furono rimosse prima della formazione del lago artificiale.

Nell’inverno, quando le temperature scendono, il lago di Resia gela e il campanile diventa il fulcro di un enorme pista di pattinaggio, offrendo ai visitatori un’esperienza unica nel suo genere.

Anche se il campanile sommerso è una testimonianza tangibile di ciò che è stato perduto, è anche una potente rappresentazione di resilienza e adattabilità. La sua immagine, riflesso sulle acque del lago, è diventato un simbolo di trionfo oltre la tribolazione, e continua ad affascinare i visitatori con le sue storie affondate e l’aura di mistero.

Le Leggende del Lago di Resia

Lago-di-Resia-autunno

Il Lago di Resia, è stato sin da sempre al centro di numerose leggende e racconti popolari locali. Queste storie, tramandate di generazione in generazione, conferiscono al lago una dimensione mistica e affascinante.

Leggenda delle Campane Fantasma

Si racconta che nelle fredde notti invernali, quando il lago è ghiacciato e la neve copre il paesaggio circostante, è possibile sentire le campane della chiesa sommersa suonare dalle profondità del lago.

Tuttavia, si sa che le campane furono rimosse dalla chiesa prima dell’allagamento della valle. Nonostante ciò, il suono delle campane è diventato una parte integrante delle leggende locali ed è ritenuto un simbolo dell’indomito spirito dei residenti di Curon e delle loro memorie affondate nelle acque del lago.

Il Villaggio Fantasma sotto le Acque

Un’altra leggenda afferma che durante le giornate particolarmente calme e limpide è possibile scorgere sotto la superficie dell’acqua le rovine del vecchio villaggio di Curon.

Difficile da dimostrare, questa storia asserisce che le case, le strade e la vita di un tempo si conservano ancora in un ambiente sommerso e inaccessibile. Questa credenza ha aumentato la curiosità e l’attrazione turistica del lago.

La Maledizione del Campanile

Alcune leggende locali narrano di una maledizione associata al campanile sommerso. Le storie variano nei dettagli, ma la versione più comune sostiene che gli abitanti di Curon all’epoca si opposero al progetto del bacino idroelettrico.

In risposta all’allagamento forzato delle loro terre, i residenti del villaggio avrebbero gettato una maledizione sul campanile, causando così l’insorgere di sfortuna per coloro che danneggiano o intralciano la struttura.

La combinazione di storia, leggenda e paesaggi naturali mozzafiato rende il Lago di Resia un luogo unico e indimenticabile, all’insegna della bellezza immutabile nel tempo.

Cosa fare al Lago di Resia e dintorni

Lago-di-Resia-primavera

Il Lago di Resia offre non solo panorami mozzafiato ma anche una vasta gamma di attività da esplorare.

Dalle attività all’aperto all’arte e alla cultura locale, c’è sicuramente qualcosa per ogni tipo di visitatore.

Giro del Lago

Cominciamo la nostra giornata camminando lungo il percorso che circonda il lago. Prenditi del tempo per godere del panorama mozzafiato delle Alpi, e naturalmente, fare qualche foto del campanile, l’icona del lago.

Monte Curon

Per una vista panoramica, sali fino al Monte Curon. Da lì, potrai vedere l’intero lago, oltre a fantastiche viste sulla valle circostante e sulle montagne.

Attività all’aperto

Il Lago di Resia è un hub per attività all’aperto. D’estate, le acque cristalline del lago sono perfette per kayak, windsurf e vela. Per terra, potrai fare escursioni, biking o correre lungo i sentieri che circondano il lago.

In inverno, il lago ghiacciato diventa una pista di pattinaggio naturale. La regione circostante offre anche fantastiche piste da sci e percorsi di sci di fondo.

Capella di San Valentino

A soli pochi chilometri dal lago, visita la Capella di San Valentino. Questa chiesa romanica, situata a San Valentino alla Muta, vanta affreschi medievali ben conservati.

Passo Resia e l’antica Via Claudia Augusta

Molto vicino al lago, potrai visitare il Passo Resia, un’antica pista di transito che conduceva da Venezia fino all’area di Augusta in Germania. Questo passo è parte della Via Claudia Augusta, una strada romana, ed offre scorci meravigliosi.

Una visita al Lago di Resia offre molto più di un singolo e iconico campanile. Che tu sia amante delle attività all’aperto, appassionato di storia o semplicemente in cerca di un modo tranquillo per rilassarti, troverai qui qualcosa di perfetto per te. Assicurati di aggiungere il Lago di Resia alla tua lista di luoghi da visitare durante il tuo prossimo viaggio in Italia!

Quando visitare il Lago di Resia

Lago-di-Resia-ghiaccio

Il Lago di Resia è una meta affascinante durante tutto l’anno, offrendo diverse attrazioni e attività stagionali. Tuttavia, le preferenze per il periodo di visita dipendono dai tuoi interessi e dalle esperienze che desideri vivere.

Primavera (marzo-maggio)

La primavera è un’ottima stagione per visitare il Lago di Resia. Il paesaggio inizia a risvegliarsi dalla sua dormienza invernale, il lago inizia a sgelare e i prati circondano il lago si ricoprono di fiori colorati. Questo periodo è ideale per chi ama le passeggiate e le escursioni. Inoltre, il clima più mite permette di esplorare i dintorni senza la calura estiva.

Estate (giugno-agosto)

L’estate è il periodo più popolare per visitare il Lago di Resia, con temperature miti e giornate più lunghe. Durante questi mesi, le acque del lago sono abbastanza calme e invitanti per nuotare, andare in barca a vela, kayak o windsurf. Le montagne circostanti offrono inoltre sentieri per escursioni, trekking e ciclismo. Tenete presente che, essendo la stagione di punta, potreste incontrare più turisti in questo periodo dell’anno.

Autunno (settembre-novembre)

L’autunno al Lago di Resia è caratterizzato da un paesaggio pittoresco, con le foglie che cambiano colore e creano un’atmosfera tranquilla e romantica. Questo è il momento ideale per gli appassionati di fotografia o per chi desidera esplorare il lago e i suoi dintorni in un’atmosfera più rilassata e meno affollata. Anche le temperature in autunno sono moderate, anche se iniziano a scendere man mano che l’inverno si avvicina.

Inverno (dicembre-febbraio)

Per gli amanti degli sport invernali, il Lago di Resia diventa un paradiso innevato durante i mesi invernali. Le montagne circostanti offrono fantastiche piste da sci e percorsi di sci di fondo, mentre il lago ghiacciato si trasforma in una pista di pattinaggio naturale. Perciò, se ami le attività invernali e non ti dispiace affrontare temperature più rigide, l’inverno potrebbe essere la stagione perfetta per te.

Il Lago di Resia offre attrazioni e attività per tutti i gusti durante tutto l’anno. Scegli la stagione che più si adatta ai tuoi interessi, e goditi la magia e le meraviglie di questo incantevole luogo.

Lago di Resia: dove si trova e come arrivare

Lago-di-Resia-paesi

Il Lago di Resia è situato in Alto Adige, nella Val Venosta.

Geograficamente, si trova vicino al Triangolo di confine tra Italia, Austria e Svizzera. Distante circa 120 chilometri da Bolzano (capoluogo dell’Alto Adige), si trova nel comune di Curon Venosta, compreso nella provincia autonoma di Bolzano.

Per arrivare al Lago di Resia, devi percorrere la strada che risale la Val Venosta da Merano. Questa strada passa poco sotto il Passo Resia, che conduce all’Austria.
La strada che conduce al passo costeggia tutto il lago, offrendo una vista panoramica che può essere goduta anche durante il tragitto in macchina o in moto.

In alternativa, è possibile utilizzare i mezzi pubblici per raggiungere il Lago di Resia. Dall’aeroporto di Bolzano, prendi il treno fino a Merano, e da lì un autobus diretto al lago.

Essendo vicino al confine con l’Austria e la Svizzera, il Lago di Resia è facilmente raggiungibile anche da questi paesi.

FAQ

Ecco alcune delle domande più frequenti sul Lago di Resia, insieme alle relative risposte.

  1. Quali attività si possono fare al Lago di Resia?
    Il lago offre diverse attività come escursionismo, ciclismo, windsurf e nuoto in estate, e sci, snowboard e pattinaggio sul ghiaccio in inverno.

  2. È possibile visitare il campanile sommerso?
    Sì, il campanile è accessibile a piedi durante l’inverno quando il lago ghiaccia, mentre in estate può essere osservato dalla riva del lago.

  3. Quale lingua si parla vicino al Lago di Resia?
    Data la sua vicinanza a Austria e Svizzera, gran parte della comunità locale parla tedesco, oltre all’italiano.

  4. Si possono fare gite in barca sul Lago di Resia?
    Sì, il noleggio barche è disponibile durante i mesi più caldi dell’anno e permette di esplorare il lago da una prospettiva diversa.

  5. Ci sono alloggi nelle vicinanze del Lago di Resia?
    Sì, ci sono diverse opzioni di alloggio vicino al Lago di Resia, tra cui alberghi, bed & breakfast e appartamenti per vacanze.

  6. È possibile pescare nel Lago di Resia?
    Sì, la pesca è permessa nel lago. Esso ospita un’ampia varietà di pesci come trote, lucci e persici.

  7. È facilmente accessibile per i visitatori con mobilità ridotta?
    Molta dell’area intorno al lago è facilmente accessibile e ci sono diversi sentieri pianeggianti attorno al perimetro del lago.

  8. Quanto è grande il Lago di Resia?
    Il lago ha circa 6,6 km di lunghezza e 1 km di larghezza, rendendolo il più grande lago dell’Alto Adige.

  9. Qual è la profondità del Lago di Resia?
    Il lago ha una profondità massima di circa 35 metri.

  10. Come farò a sapere quando il lago è sicuro per camminare sul ghiaccio?
    Durante l’inverno, le autorità locali monitorano le condizioni del ghiaccio e forniscono aggiornamenti sulla sicurezza. È sempre meglio controllare con le autorità locali o il tuo albergo prima di avventurarti sul ghiaccio.

Fotografie del Lago di Resia

ALLOGGI SULLE DOLOMITI
Scopri i migliori Hotel, B&B e Appartamenti in Montagna in base a migliaia di recensioni verificate.